L’epigrafe di piazza S. Zaccaria Papa/4 – Cataldo D’Oria

epigrafe-s-zaccaria-papaIl settimo nome della lista: Cataldo D’Oria.
Sicuramente è da identificarsi nell’operaio Cataldo D’Oria, nato a Corato (Bari) il 13.06.896, figlio di Nunzio D’Oria e Rosa Ardito.
Dapprima residente in piazza S. Salvatore in Lauro, quindi presso il Dormitorio di Primavalle, in via della Borgata di Primavalle 196.
Trasferitosi a Roma nel 1925, “viene arrestato per offese a S.E. il Primo Ministro [Benito Mussolini] e per apologia di reato” il 17 settembre 1926 (come da informativa del Commissariato di P.S. Flaminio del 12.02.35).
Secondo tale informativa, inoltre, Cataldo D’Oria “con sentenza 1.02.27 del Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato fu condannato a mesi 9 [di] reclusione ed anni uno [di] vigilanza speciale della P.S“.

polizia-flaminio-1935
L’informativa della Polizia Flaminio quando D’Oria non risiedeva ancora a Primavalle

Secondo il libro di Forti-De Agostini, Il sole è sorto a Roma, egli fu, assieme all’operaio romano Giuseppe Piva, il primo imputato italiano condannato direttamente dal Tribunale Speciale senza una previa sentenza istruttoria.
Nel libro edito dall’ANNPIA, Aula IV, si ritrova, infatti, proprio il nostro manovale, condannato a nove mesi, con sentenza del 1 Febbraio 1927, per apologia di attentato e offese a Mussolini: “Due operai [Piva e D’Oria] si rammaricano, in un cantiere di Roma, per il fallimento dell’attentato di Lucetti a Mussolini: “Li mortacci sua, ‘sto puzzolente, ancora non l’ha ammazzato nessuno!”.

ufficio-politico-12-11-42
Fonogramma dell’Ufficio Politico

Dopo questi fatti diviene sorvegliato da parte della polizia politica quale “sovversivo”.
Il calvario di Cataldo D’Oria proseguì per diciotto anni.
Schedato nel Casellario Politico Centrale viene deportato a Mauthausen il 13.01.44.
Il suo è il numero di matricola 42072
È classificato con la categoria Deportato Politico.
Il mestiere dichiarato è quello di muratore.
Viene trasferito a St. Aegyd il 2.11.44 (Mauthausen).
Qui muore il 19 aprile 1945, quando Roma (e Primavalle) erano state liberate da quasi un anno.

documento-dormitorio-primavalle
Cataldo D’Oria residente in Via della Borgata Primavalle 196: il Dormitorio

questura-12-11-42

polizia-trionfale-1942

polizia-trionfale-1943

Bibliografia

Aula IV. Tutti i processi del Tribunale Speciale Fascista, 1961
Lorenzo D’Agostini-Roberto Forti, Il sole è sorto a Roma, ANPI, 1965
Brunello Mantelli-Nicola TranfagliaIl libro dei deportati, I, I deportati politici 1943-1945, 2009
– Documenti dell’Archivio di Stato di via Galla Placidia

(g.c.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...