Maurizio Mequio, Ar mí paese (una poesia su Primavalle)

Una poesia su Primavalle di Maurizio Mequio, già autore di Piccioni e farfalle fanno la rivoluzione. Neve a Primavalle (2015), della favola La fantastica storia di Antonin (sempre ambientata nel quartiere) e animatore principe di Muracci Nostri.

Ar mí paese

Sti strilli sò ccanti dorci
de ‘na mamma che te vole bene.
Quelle machine abbruciate
sò giochi disgraiti de li più granni,
che cercheno fortuna quanno ggià celanno.
‘Na chiesetta, ‘na sezzione d’er partito,
er mercato e io che curro senza paura.
Curro su e ggiù pe ccasa mia.
Sto grigio cià le storie de li vecchi.
Sò che s’arimmocconno le maniche
e s’impiastriccionno le mano.
Contro tutto e tutti
portorno la vita drento la valle
che si ce passi
l’ami
e se chiama Primavalle.

Maurizio Mequio

(g.c.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...