Il botto. Primavalle 29 gennaio 1983, ore 09.30

Il botto è di quelli forti.
Via Clemente VII, nei pressi dell’incrocio con via del Forte Boccea, trema per qualche secondo. Una carica di tritolo T4 fa saltare in aria una GOLF appena avviata. Dentro l’auto due esponenti appartenenti al clan camorristico di Raffele Cutolo, Vincenzo Casillo e Mario Cuomo. Un regolamento di conti fra generazioni criminali o una vendetta? Forse Cutolo risultava troppo invischiato con spezzoni dello Stato? O troppo sorpassato? O forse Casillo collaborava con i servizi segreti (la cui sede non è distante dal luogo dell’esplosione)? Se no, che ci facevano due tipi del genere a Priamvalle?
Recita “L’Unità” l’indomani 30 gennaio 1983:

Poteva essere una strage. L’auto esplosa ieri mattina a Roma si è infatti disintegrata in lanciando pezzi di lamiera a decine di metri di distanza. Nella Volkswagen GOLF verde chiaro, nuovissima, avevano appena preso posto due pericolosi camorristi, Vincenzo Casillo detto “O’ Nirone” e Mario Cuomo: il primo è rimasto ucciso sul colpo, mentre Mario Cuomo, orrendamente dilaniato, è stato trasportato subito al Policlinico Gemelli … legati tutti e due alla “Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo … [All’esplosione] la GOLF si piega letteralmente in due e parti dell’auto sono scagliate a decine di metri di distanza: il cofano verrà ritrovato sulla tettoia di un’officina trenta metri più avanti, pezzi di lamiera – come proiettili – si conficcano in molte auto vicine, mentre vanno in frantumi i vetri di tutti i palazzi circostanti“.

Cuomo sopravviverà, pur amputato degli arti inferiori.
Casillo, invece, si porterà nella tomba i suoi segreti, soprattutto sulla trattativa fra Stato, servizi, camorra e Brigate Rosse nel sequestro di Ciro Cirillo (politico campano sequestrato e poi liberato dalle BR il 27 aprile 1981).
La compagna di Casillo verrà trovata morta alcuni giorni dopo.
L’attentato, così plateale, servì probabilmente a sancire anche simbolicamente il passaggio di consegne dal vecchio assetto criminale di Cutolo, ormai inadeguato, a quello della “Nuova Famiglia” (o “Fratellanza Napoletana”) di Michele Zaza.

(g.c.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...