“Collettivo Giacomo di Cristallo”: un video su Primavalle

Un altro reportage su Primavalle (realizzato dal “Collettivo Giacomo di Cristallo”) composto da episodi diversi: l’ex dormitorio, il CoBrAgOr (Cooperativa Braccianti Agricoli Organizzati), alcune interviste al lotto VII alla vigilia dell’abbattimento delle casette a schiera. Giacomo di Cristallo è il protagonista di una favola di Gianni Rodari, il bambino trasparente che non poteva dire bugie:…

Primavalle, un ritratto anni Settanta

Sanità pubblica (l’INAM), scuole, l’ex dormitorio, le case popolari, gli asili, i mercati: un ritratto documentario sulle aspirazioni e le rivendicazioni popolari della seconda metà dei Settanta. (g.c.)

La lotta per salvare Pineta Sacchetti

Un breve reportage (anni Settanta) diviso in due parti: la prima è una descrizione silente della Pineta Sacchetti e della valletta sottostante; nella seconda si rievocano le lotte di partiti e movimenti per salvare questo importante lembo di verde dalla speculazione edilizia. (g.c.)

L’Oasi di Primavalle

Un video rievocativo dell’Oasi Celestina Donati di Primavalle (Suore Calasanziane) presente sul territorio sin dal 1928. Sulla loro storia torneremo in seguito. (g.c.)

Le strade del quartiere Primavalle/1 (A-B)

Ecco, in ordine alfabetico, via per via, piazza per piazza, una breve storia della toponomastica primavallina. Nelle note, col tempo, segneremo anche le variazioni toponomastiche subite da una via o piazza. Ecco la legenda delle delibere: GOV = delibera governatoriale CC = Consiglio Comunale GM = Giunta Municipale CS = Commissario Straordinario DT = Dizionario […]

I casali di Primavalle/1

Al limitare di Primavalle erano i Casali della tenuta omonima. Una parti di tali strutture si trovava sull’odierna Via delle Calasanziane (la via fu istituita il 7 gennaio 1931). Le Calasanziane comprarono i casali nel 1928 e lì fondarono la loro comunità. In un numero del loro giornalino mensile, “L’Oasi di Primavalle” (febbraio-marzo 1934) appare proprio…

I fossi di Primavalle

Oggi il termine fosso ha assunto un connotato negativo indicando, soprattutto, un corso d’acqua dimenticato da tutti in cui hanno la libertà di gettare impunemente ogni sorta di rifiuti. E tuttavia, in epoca nemmeno troppo risalente, i fossi (o rivi) erano importanti punti di riferimento (assieme alle torri, alle porte, alle vie consolari e medioevali) in una campagna…

Maledetta Primavalle!

In seguito all’omicidio di Annarella Bracci, avvenuto nella borgata Primavalle, tutto il territorio di Primavalle (compresa, quindi, la Pineta Sacchetti e la Boccea) si sentì diffamato. Il nome stesso di Primavalle venne così in uggia agli abitanti che qualcuno propose di cambiarlo, questo nome maledetto. Per fortuna ciò non avvenne. Fu una fortuna poiché conservare i…

La Madonnella di via San Lino Papa

Le epigrafi, le edicole sacre, le cappelline votive e i nomi di larghi, piazze, vie e viali non valgono per sé, bensì come segni di un’evoluzione costante dei luoghi in cui ci si trova a vivere. Alcune vecchie schegge incastonate nel cemento, un’architettura negletta, persino il filo spinato che circonda l’ex Dormitorio di Primavalle ha valore…

Le Grotte del Piccione a Pineta Sacchetti

Leggiamo dal sito http://www.legrotte.eu: “Nell’elenco dei luoghi simbolo della dolce vita romana il ristorante “Le Grotte del Piccione” di Via della Vite 37 occupa un posto speciale. La storia del locale ebbe inizio nel 1928 quando il sig. Giovanni Gabrielli inaugurò il ristorante in via della Pineta Sacchetti, a nord di Roma, nei pressi di una…

Primavalle (e Torrevecchia) dal 1875 a oggi

L’unità millenaria della tenuta Primavalle/Torrevecchia fu spezzata nel 1875. In seguito alle leggi di liquidazione dell’asse ecclesiastico promulgate nel 1866 e 1867, il Capitolo di San Pietro procedette all’alienazione, nel 1875, di Torrevecchia mentre, nei primi anni Venti, onde evitare espropri dei terreni per pubblica utilità, si affrettò alla vendita della superstite tenuta di Primavalle. Ecco una…

Primavalle (e Torrevecchia) nell’antichità: un breve sommario

Prima del 1505 con il termine Casalia o Casalia Turris Vetul[a]e si designava un territorio enorme che comprendeva, oltre alle attuali Primavalle e Torrevecchia (il quartiere XXVII, in parole povere), anche tenute limitrofe quali Mimmoli, S. Agata, Palmarola, Mazzalupo, S. Andrea, Casal del Marmo e la pedica della Marinetta. Questo territorio apparteneva al Capitolo di…