La Pineta Sacchetti sotto la neve (febbraio 1986)

Per rinfrescare l’aria ecco due foto della Pineta Sacchetti sotto la neve, nel febbraio 1986. La prima foto è anche importante storicamente poiché testimonia la presenza di una palma nel parco, oggi scomparsa. (g.c.)

L’albero che sfamò Primavalle

Un ricordo del tempo di guerra di Claudio Buccilli raccolto da Ennio De Risio. Buccilli è il fornaio di piazza Pio IX, già piazza di Primavalle. * * * * * “Vedi questo grande pino qui a fianco al cancello di ingresso ai Casali Torlonia?“, mi chiede Claudio Buccilli. “Beh, devi sapere che fino al ‘43…

Pinacci Nostri: la street art dal basso a Primavalle-Pineta Sacchetti

Per indole sono sempre stato estraneo agli entusiasmi. L’esperienza di Pinacci Nostri (pinaccinostri.org), invece – che nasce poco dopo quella, squisitamente primavallina, di Muracci Nostri (su cui un prossimo post) – ha sempre trovato la mia naturale approvazione. Anzitutto perché condivido il fondo concettuale che li muove. Nonostante operino presso la Pineta Sacchetti, essi si…

La misteriosa piramide di Boccea

Boccea, via Albergotti. Sulla desta della via, fra i due parcheggi alle spalle del distributore ENI di via Domenico Tardini, si trova una larga striscia di cemento. Su tale striscia, se fate un po’ d’attenzione, potrete osservare una piccola piramide, resa quasi invisibile dalle erbacce. E chi ha messo lì un tale inconsueto manufatto? Nientemeno…

Il bambino che si tagliò tutti i capelli

Dalle memorie di Don Mario Gadili (Mi sembra ieri quando …. Schegge di ricordi), dell’Opera don Calabria, una storia primavallina degli anni Settanta “ll regista Luigi Comencini stava girando una serie di documentari televisivi per scovare e denuncìare situazioni di disagio dei bambini dal titolo l bambini e noi. Chiese di poter filmare la vita dei ragazzi…

Annarella Bracci/2

Un raro numero del periodico “Settimo Giorno” (16 marzo 1950) che riassume visivamente tutti i principali attori del dramma. Per il download del materiale in jpeg cliccare sul link sottostante: – Settimo giorno, 16 marzo 1950 oppure consultate la bibliografia da cui attingere numerosi download: – Bibliografia Annarella Bracci (g.c.)

L’epigrafe di piazza San Zaccaria Papa/8 – Ambrogio Lunghi

Il dodicesimo e ultimo nome dell’epigrafe: Ambrogio Lunghi. Ambrogio Lunghi nasce a Roma il 20.08.1898, figlio di Felice Lunghi e di Anna Stirpi. Di professione è asfaltista. È ucciso alle Fosse Ardeatine il 24.03.1944. Il suo nome appare in una lista di 10 persone a disposizione della Questura per motivi di pubblica sicurezza. Oggi riposa…

Le madri di Primavalle

Abbiamo già accennato a questo episodio nel post su Franco Califano (abitante di Primavalle) che dedicò alle madri coraggio una canzone specifica: Occupate le palestre. Brevisimo riassunto: nei primi anni Ottanta alcuni genitori di ragazzi tossicodipendenti (la presenza femminile era, però, preponderante: di qui il nome  di “Madri coraggio”) si riunirono in un comitato spontaneo…

I bufali di Primavalle

La fotografia sovrastante è tratta dall’ottavo volume de I rioni e i quartieri di Roma, a cura di Mauro Quercioli. La didascalia recita: “Bufali nella zona circostante il quartiere Primavalle, in una immagine della fine dell’Ottocento di Pietro Lindner“. Nella pagina precedente Quercioli appone un’altra fotografia del Lindner: con la didascalia: “panorama … a valle…

A Primavalle arrivano gli americani

Una bella iniziativa da parte di alcuni giovani americani nel parco Dominique Green di via S. Igino Papa. I ragazzi hanno ripulito l’area dalle erbacce e dai rifiuti e si apprestano a decorare la parte sinistra della cavea con un murale ispirato alle Sacre Scritture: “Dalla Creazione all’Apocalisse” come ha spiegato uno dei promotori dell’iniziativa,…

Una lettera di Roberto Coen

Sin dai primi post abbiamo posto l’attenzione sull’epigrafe di piazza San Zaccaria Papa (qui per il capitolo introduttivo). Si è cercato di definire meglio i contorni degli uomini e delle donne lì elencati, tutti vittime della repressione nazifascista durante il periodo di occupazione (settembre 1943 – 4 giugno 1944). Quattro dei dodici nomi appartengono a…

Il cinema a Primavalle/4 – Europa ’51 (1952)

Trama: “Irene (Bergman), la moglie di un industriale americano che vive a Roma, dopo il suicidio del figlioletto che si sentiva trascurato, suggestionata dal cugino comunista si dà alla carità sociale, diventando amica di una vedova con prole a carico (Masina). Nel suo fervore missionario, patisce in prima persona l’alienazione del lavoro in fabbrica: preannuncio…