Chi c’era nelle casette di Primavalle?

Qui di seguito un elenco degli assegnatari, nome per nome, delle casette di Primavalle nei primi anni Trenta. Al fondo della pagine potrete effettuare il download delle pagine manoscritte e dattiloscritte.   Per il download del testo manoscritto cliccare sul link sottostante: – Assegnatari casette Primavalle primi anni Trenta manoscritto Per il download del testo…

La Pineta Sacchetti, luogo di incontri, svaghi e delizie

La Pineta Sacchetti (o Pigneto Sacchetti o Pineto Torlonia) fu, almeno sino agli anni della Seconda Guerra, col magnifico panorama incorrotto che spaziava sulla Città e sulla cupola di San Pietro, un luogo ameno di incontri e svago. Gabriele D’Annunzio la cantò con trasporto (cfr. D’Annunzio alla Pineta Sacchetti) oltre a rendersi in essa attore…

I film a Primavalle (Rossellini, Risi, Totò, Gassman …)

Uno dei primi sunti sul cinema a Primavalle. Ancora incompleto (molti spezzoni si aggiungeranno in seguito in una edizione più comprensiva), ma già indicativo delle location dei film maggiori girati nel quartiere. Buona visione. (g.c.)

La nascita della borgata Primavalle 1930-1969

La borgata Primavalle ha assunta l’attuale conformazione in circa quarant’anni. Questa una veloce cronologia delle edificazioni, dalle prime casette minime al dormitorio, dalla stazione sanitaria alla scuola ai lotti veri e propri (“del.” sta per “Delibera Governatoriale”): – 31.12.30 del. 9966-9970 Costruzione di casette in muratura in località Primavalle per ricovero di famiglie sfrattate (Imp….

I due compleanni di Primavalle

Come si è già visto (Primavalle e Torrevecchia nell’antichità) il territorio della tenuta Primavalle, appartenuta al Capitolo di San Pietro in Vaticano per numerosi secoli, coincideva (pressappoco) con l’attuale quartiere di Primavalle. Quartiere e non borgata, poiché la borgata storica è solo una parte del quartiere. Si può, quindi, parlare di due nascite di Primavalle…

Gli autobus a Primavalle (1931-1960)

Dal sito http://www.tramroma.com/, siamo riusciti a ricostruire, per sommi capi, lo sviluppo della rete di trasporti pubblica nel quartiere Primavalle (e zone limitrofe; qui si esamina il trentennio 1931-1960). Alcune cose saltano subito agli occhi: Un collegamento fra la borgata di Primavalle e Boccea/Madonna del Riposo è risalente sin al 10 ottobre 1931: un dato congruo…

Primavalle 1934: vacche, capanne e un po’ di case

Una mappa più definita potete scaricarla dal link sottostante: – A. Marino-Mauro Giglio, Carta di Roma. Zona di Primavalle, 1934 Questa bellissima carta mostra la prima urbanizzazione della ex tenuta Primavalle, futuro quartiere XXVII Primavalle. Si noterà che i primi edifici, villini a uno o due piani, sorgevano lungo la direttrice Boccea e Pineta Sacchetti; qui…

Orazio Buccilli, il fornaio partigiano di Primavalle-Sacchetti

Una decina d’anni fa mi misi di buzzo buono a raccogliere materiale su Primavalle. I motivi, ammesso che interessino a qualcuno, li trovate nel post (doppio) su Appunti su un fatto di cronaca. Quando si parla di Primavalle in genere ci si riferisce alla borgata storica di Primavalle. Invece, già da allora, io intendevo il “territorio…

Primavalle su carta/7 – L’Oasi di Primavalle

Qui di seguito i link per il download delle singole annate del giornalino edito dall’Oasi Celestina Donati negli anni 1934-1947. L’edizione resoconta soprattutto la vita interna dell’Istituto, ma è interessante poiché, pur mancando i riferimenti diretti alla vita della borgata e del territorio, ricrea la semplice atmosfera di quelle esistenze. D’altra parte l’Istituto si autodenominò “Oasi”:…

Breve storia del “Collegino”

Un bel filmato che rievoca la storia del “Collegino”, dell’Istituto Don Calabria, presente a Roma sin dagli anni Trenta, e la figura di don Isaia Filippi. (g.c.)

Giorgio Guidi, Piano urbanistico della nuova borgata residenziale di Primavalle

Il piano per la realizzazione della borgata di Primavalle secondo le direttive fasciste del 1938: eliminazione di ogni insediamento fatiscente o abusivo (ciò che, nel linguaggio del periodo, era definito “villaggio abissino”) lungo la cintura della città, deurbanamento e costituzione di nuove borgate residenziali (semi-rurali) in grado di accogliere la manodopera della capitale e di…