Le piccole cose/2 (perché via di Val Favara si chiama così)

Via di Val Favara fu istituita il 3 giugno 1937 dal Governatore di Roma Don Piero Colonna dei Principi di Paliano (la delibera recita: “da via di Torrevecchia a via della Borgata di Primavalle”; via della Borgata di Primavalle, all’origine, faceva le veci di via Pietro Maffi, via Federico Borromeo e via Forte Braschi). Una…

Le piccole cose

La prima foto ritrae un cippo miliario (anzi: chilometrico) all’altezza della ASL di via di Boccea 271, poco prima del Forte. Probabilmente esso segna la progressione della via di Boccea. La seconda foto (la targa di piazza Gregorio XIII) riguarda un fenomeno di piccola archeologia toponomastica già notata per  via Michele Bonelli: l’iscrizione sulla targa…

Annarella Bracci (nuovo libro e vecchie polemiche)

Il 18 febbraio del 1950 moriva, a Primavalle, Annarella Bracci. Sulla vicenda di cronaca nera ci siamo già espressi (Il caso Annarella Bracci). Si è anche approntata una bibliografia (Bibliografia su Annarella Bracci), in progress, da cui effettuare il download di materiali d’epoca. Tutto sembra chiaro su tale vicenda, di quella chiarezza che dona il…

Inaugurazione della parrocchia Santa Maria della Salute (21 ottobre 1950)

Come leggiamo dal libro Convento e parrocchia Santa Maria della Salute in Primavalle, Roma: “La Parrocchia S. Maria della Salute in Primavalle nasce nell’immediato dopoguerra, soprattutto per volontà del P. Giovanni E. Boccella, Ministro Generale del Terzo Ordine Regolare, e del Card. Vicario, Protettore del nostro Ordine, Francesco Marchetti Selvaggiani … [Il] 3 agosto 1948…

La Shanghai di Primavalle

Col termine “Shanghai” si designavano le casette minime della borgata Primavalle, decadute nel dopoguerra a causa della scarsa manutenzione degli enti competenti. Qui di seguito è un reportage di Bruno Palma, de “Il Tempo” (4 gennaio 1952), sulle condizioni di vita all’interno del comprensorio. Durante il Fascismo i raggruppamenti di baracche erano chiamate “villaggi abissini”;…

Il mercato di via Sant’Igino Papa (25 luglio 1955-2018)

Leggiamo dal libro di Laura Francescangeli e Oriana Rispoli, La memoria dei mercati: fonti e documenti sulla storia dell’Annona e dei mercati di Roma (2006): “Nel 1950 nella borgata Primavalle … si delinea l’esigenza di dotare gli abitanti di un mercato coperto e bagni pubblici … il progetto [di Elena Luzzatto] che vedrà la realizzazione…

Il compleanno della fontana di Primavalle (1953-2018)

Esattamente 65 anni fa (31 gennaio 1953) veniva inaugurata dall’allora Sindaco di Roma Gaetano Rebecchini la derivazione dell’Acquedotto del Peschiera: un’opera che avrebbe servito non solo Primavalle e Torrevecchia, ma anche Montespaccato, Pisana e Bravetta. La fontana (di) mostra a piazza Clemente XI fu il simbolo di tale sforzo amministrativo (circa 150.000.000 di lire di…

Il bellissimo mosaico della via Cornelia-Boccea

Un mosaico ritrovato ai confini del quartiere (verso Montespaccato) dov’era il tracciato dell’antica consolare Cornelia, in quel punto parallelo a quello, più recente, della Boccea. Tale mosaico raffigura il supplizio del sileno Marsia che, col suo flauto, sfidò la cetra di Apollo e, per colpa di tale arroganza, venne appeso a un albero e scorticato…

Primavalle archeologica

Il quartiere Primavalle fu urbanizzato in tempi recenti. E tuttavia il territorio che oggi occupa possiede una sua storia: almeno trimillenaria. Etruschi e Romani se ne contesero il dominio; il Capitolo di San Pietro in Vaticano lo tenne fra i suoi possedimenti per numerosi secoli. Inevitabile che tali presenze abbiano lasciato dei “segni” – “segni”…